Termocamini: Quando il design incontra il risparmio energetico
Design ed ecologia sono un binomio sempre più ricercato dagli italiani, che cercando ove possibile, di arredare e risparmiare allo stesso tempo.
 
Dopo avervi parlato di barbecue a legna, questa volta parliamo di termocamini, una soluzione elegante e dal forte accento ambientalista.
 
Il termocamino è un mix tra il camino classico e un impianto di riscaldamento a legna.
 
Offre la vista del camino e l'utilità del riscaldamento a combustibile rinnovabile, donando alla vostra casa, design e risparmio sulla bolletta del gas.
 
Dopo oltre 20 anni di dominio del gas, i termocamini tornano a ornare i nostri salotti, come un tempo regnavano sovrani nella case dei nostri nonni e bisnonni.
 
Il termocamino richiede una stanza dotata di presa d'aria e la presenza di una canna fumaria, che può essere a muro o tramite il classico tubo.
 
Esistono diversi modelli cosi come esistono impianti per l'acqua calda o per il riscaldamento o entrambi, che sono i nostri preferiti: un solo camino in grado di scaldare l'acqua o riscaldare la casa allo stesso tempo.
 
Tra i tanti produttori, cito volentieri i termocamini della serie Hydro realizzati da Ravelli, che presentano una linea adatta a tutte le tipologie di case.
 
Stufe Hydro di Ravelli
 
Il modello base, HR 100, scalda senza problemi ben 270 mc3 di casa, dispone di una potenza termica da 14 kw ed è in grado di funzionare senza rabbocco per ben 20 ore.
 
Se la vostra casa è più grane, potete optare per il modello  HR 200, che arriva a 26 KW di potenza termica, 20 ore di funzionamento e 540 mc riscaldati.
 
Se il vostro obiettivo è solo riscaldare l'aria, allora la linea Flow è più adatta: a seconda dei modelli, si possono riscaldare da 215 a 325 mc.
 
Stufe Flow di Ravelli
 
Entrambe le linee sono alimentate a pellet, una soluzione ideale per evitare di dover disporre di ampi spazi dove stoccare la legna. Il pellet, infatti, essendo più compatto può essere acquistato e stoccato con maggiore facilità e, a parità di peso, garantisce un maggior rendimento termico medio, 5,0 kW/ Kg contro i 4,4 kW/Kg della legna da ardere tradizionale.

Articoli a tema

Iscriviti alla newsletter