Il ritorno del vinile

Era il 1948 quando negli Stati Uniti venne introdotto il disco in vinile, evoluzione del 78 giri. Una piastra di forma circolare incisa a partire dal bordo esterno, una spirale di suoni e musica. Il vinile permise di rimpicciolire i solchi e di ridurre il numero di giri, arrivando a 33.

Quasi cinquant'anni di onorata carriera, prima dell'avvento delle musicassete, poi dei CD e infine del solo formato digitale (con la diffusione dell'mp3). Oggi il vinile ritorna, non slo per gli appassionati e i collezionisti, ma anche e soprattutto in ambito arredamento.

Nuove forme, nuove utilizzi per un oggetto di culto di cui non è facile disfarsi. Il vinole è un oggetto esteticamente bello ed estremamente malleabile; pochi dettagli per trasformarlo in qualcosa di nuovo e originale, colorato, divertente, pop e retrò.

Questa settimana vi faremo conoscere aziende, idee fai-da-te e oggetti di arredamento che vi faranno letteralmente girare la testa! Allacciate le cinture e che la musica abbia inizio!

Articoli a tema

Iscriviti alla newsletter